RITORNA ALL'HOMEPAGE
EMAIL

  La Giuria

  Passate Ediz.
   2001
   - 2003
   - 2005
   - 2007
   - 2010
   - 2012

  La Giuria

  Passate Ediz.
   2001
   - 2003
   - 2005
   - 2007
   - 2010
   - 2012



I VINCITORI DELLA SETTIMA EDIZIONE DEL “PREMIO NOVELLO”

Il Comune di Codogno con il sostegno di sponsor privati ed il patrocinio della Regione Lombardia ha organizzato la settima edizione del concorso di umorismo e satira di costume “Novello: un signore di buona famiglia” rivolto a vignettisti professionisti e non, chiamati a cimentarsi quest’anno sul tema “Expo 2015”. La mostra dei migliori disegni in concorso resterà aperta nei locali del Vecchio Ospedale Soave di Codogno, dal 4 al 26 ottobre 2014.

Le vignette in gara sono state valutate da una giuria di qualità così composta: Lele Corvi, vignettista e direttore del premio; Amedeo Anelli, direttore della rivista “Kamen” e direttore artistico del premio; MarioVittorio Zafferri, assessore alla Cultura del Comune di Codogno; Emilio Gnocchi, il curatore della famiglia eredi Novello; Lido Contemori e Giovanni Sorcinelli, vignettisti; Fausto Oneto, organizzatore del prestigioso premio Ugiancu; Michele Dalai, giornalista ed editore dell’omonima casa editrice ed i popolari artisti Rudy Zerbi e Maurizio Milani.

Il 4 ottobre alle ore 17.00 sempre nei locali del Vecchio Ospedale Soave
sono stati proclamati i seguenti vincitori:

Click on image

 
Primo classificato: Vitruvian man di Maxim Smagin,
per la seguente motivazione: un’opera capace di strappare immediatamente un sorriso, riduce a pochi tratti il leonardesco uomo vitruviano senza perderne però i caratteri distintivi. Forte il messaggio relativo a una parte della società ingrassata da anni di benessere.

 
 

Click on image

Secondo classificato: Food Iniquity di Eric Van Der Wal,
per la seguente motivazione: disegno pulito ed elegante, grande abilità nel giocare con l’immagine del globo terrestre.
L’artista coglie nella forma dei due emisferi il destino agiato e di estrema povertà che convivono nel mondo. Un gioco grafico e di grande effetto e ricco di significato.

 

Click on imageTerzo Classificato: Food di Hicabi Demirci,
per la seguente motivazione: con quest’opera l’artista sembra sottolineare il significato dell’alimentazione, il problema della fame che dovrebbe essere oggetto primario di attenzione. Ci distoglie da altre attenzioni per riportarci su bisogni terreni ma fondamentali.

I VINCITORI DELLA SETTIMA EDIZIONE DEL “PREMIO NOVELLO”

Il Comune di Codogno con il sostegno di sponsor privati ed il patrocinio della Regione Lombardia ha organizzato la settima edizione del concorso di umorismo e satira di costume “Novello: un signore di buona famiglia” rivolto a vignettisti professionisti e non, chiamati a cimentarsi quest’anno sul tema “Expo 2015”. La mostra dei migliori disegni in concorso resterà aperta nei locali del Vecchio Ospedale Soave di Codogno, dal 4 al 26 ottobre 2014.

Le vignette in gara sono state valutate da una giuria di qualità così composta: Lele Corvi, vignettista e direttore del premio; Amedeo Anelli, direttore della rivista “Kamen” e direttore artistico del premio; MarioVittorio Zafferri, assessore alla Cultura del Comune di Codogno; Emilio Gnocchi, il curatore della famiglia eredi Novello; Lido Contemori e Giovanni Sorcinelli, vignettisti; Fausto Oneto, organizzatore del prestigioso premio Ugiancu; Michele Dalai, giornalista ed editore dell’omonima casa editrice ed i popolari artisti Rudy Zerbi e Maurizio Milani.

Il 4 ottobre alle ore 17.00 sempre nei locali del Vecchio Ospedale Soave
sono stati proclamati i seguenti vincitori:

Click on image

 
Primo classificato: Vitruvian man di Maxim Smagin,
per la seguente motivazione: un’opera capace di strappare immediatamente un sorriso, riduce a pochi tratti il leonardesco uomo vitruviano senza perderne però i caratteri distintivi. Forte il messaggio relativo a una parte della società ingrassata da anni di benessere.

 
 

Click on image

Secondo classificato: Food Iniquity di Eric Van Der Wal,
per la seguente motivazione: disegno pulito ed elegante, grande abilità nel giocare con l’immagine del globo terrestre.
L’artista coglie nella forma dei due emisferi il destino agiato e di estrema povertà che convivono nel mondo. Un gioco grafico e di grande effetto e ricco di significato.

 

Click on imageTerzo Classificato: Food di Hicabi Demirci,
per la seguente motivazione: con quest’opera l’artista sembra sottolineare il significato dell’alimentazione, il problema della fame che dovrebbe essere oggetto primario di attenzione. Ci distoglie da altre attenzioni per riportarci su bisogni terreni ma fondamentali.

LA PARTECIPAZIONE

Si è conclusa la fase di raccolta partecipazioni, che ha superato come successo tutte le precedenti edizioni, come ben rappresenta il grafico seguente:

Opere in concorso

La partecipazione, come sempre, è stata veramente universale:

Nazionalità partecipanti

LA STORIA DEL PREMIO

Il “Premio Novello”, concorso internazionale di umorismo e satira di costume intitolato al famoso vignettista codognese, ha visto la prima edizione nella primavera dell’anno 2001, seguendo ad una proposta della locale sezione del Rotary Club che ne rivendica la paternità intellettuale.
Esso è frutto degli sforzi congiunti del Comune di Codogno e della Provincia di Lodi, con il sempre fondamentale apporto e patrocinio del Rotary Club, unitamente al sostegno della Regione Lombardia e di importanti sponsor locali che non hanno mancato di far sentire il proprio affetto per un’iniziativa che giunge al cuore della città e del suo territorio richiamando la satira caustica ma delicata di Beppe Novello, senza però sentirsi limitato in obiettivi o orizzonti, ponendosi appunto in una dimensione “internazionale”, che la multietnicità  dei vincitori, cinese nella prima edizione, ucraino nella seconda, brasiliano nella terza, italiano infine, comprova essere stata raggiunta.
L’iniziativa è di sicuro successo; nelle passate edizioni ha raccolto partecipanti da ogni dove, dall’Argentina a Israele, dalla Cina all’Uzbekistan, dal Montenegro all’India….
L’edizione più partecipata di sempre è stata proprio la sesta, legata al tema “Il censimento – Come cambia la società” sul quale si sono “affrontati” ben 514 disegni per 268 autori  di ogni parte del mondo. Essa è stata anche la prima veramente itinerante, essendo stata esposta con successo sia a Tavazzano  che a San Donato Milanese.

LA SETTIMA EDIZIONE

Da sempre il premio si avvicina ai temi che, nel contesto di riferimento, coinvolgono la vita non solo italiana ma anche internazionale:  così  le olimpiadi, Internet,  l’ambiente o i  mondiali di calcio.
Ecco quindi il soggetto per la settima edizione: l’evento clou che toccherà l’Italia nei prossimi mesi sarà certamente

EXPO 2015

che svilupperà il tema “Nutrire il pianeta – Energia per la vita”: esso darà spazio alla tradizione, alla creatività e all’ innovazione nel settore dell’alimentazione, raccogliendo tematiche già sviluppate dalle precedenti edizioni e riproponendole alla luce dei nuovi scenari globali al centro dei quali c’è il tema del diritto ad una alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta.
Gli autori saranno invitati ad illustrare tramite la propria arte tutti gli aspetti legati al cibo: la qualità, una giusta ridistribuzione delle risorse, il problema della fame e della sete nel mondo, la ricerca e la tecnologia applicata all'alimentazione, stili di vita e riscoperta delle tradizioni culinarie dei Paesi,  oltre a tutti gli altri aspetti legati all'alimentazione che graficamente, tramite una vignetta, possono essere rappresentati.
Il Premio Novello inviterà quindi i vignettisti di ogni dove a cimentarsi sul questa tematica, dando loro un soggetto su cui lavorare formulato in maniera tale da avere caratteristiche di universalità.
L’obiettivo, oltre a quello di rimanere costantemente sulla breccia con le tematiche più sentite, è anche quello di potersi inserire, con le modalità che verranno individuate,  nelle attività dell’Expo stesso, dando così al Premio un’incredibile vetrina internazionale (ad oggi, già 126 paesi hanno dato la loro adesione).
Come già accaduto per la  sesta, anche la settima edizione potrà essere esportata per l’esposizione in altre sedi (ad esempio, Tavazzano, San Donato Milanese, Lodi).
Attorno al momento centrale del premio, vale a dire la mostra delle opere in concorso, prevista tra il 4 ed il 26 ottobre 2014, saranno poi creati tutta una seri di eventi che trasformeranno Codogno nella “Città dell’umorismo”: si potranno coinvolgere Slow Food, li Touring Club, autori, scrittori, gli alpini, non ultime le scuole con le quali i lavori verranno intavolati già da inizio del prossimo anno scolastico.

LA PARTECIPAZIONE

Si è conclusa la fase di raccolta partecipazioni, che ha superato come successo tutte le precedenti edizioni, come ben rappresenta il grafico seguente:

Opere in concorso

La partecipazione, come sempre, è stata veramente universale:

Nazionalità partecipanti

LA STORIA DEL PREMIO

Il “Premio Novello”, concorso internazionale di umorismo e satira di costume intitolato al famoso vignettista codognese, ha visto la prima edizione nella primavera dell’anno 2001, seguendo ad una proposta della locale sezione del Rotary Club che ne rivendica la paternità intellettuale.
Esso è frutto degli sforzi congiunti del Comune di Codogno e della Provincia di Lodi, con il sempre fondamentale apporto e patrocinio del Rotary Club, unitamente al sostegno della Regione Lombardia e di importanti sponsor locali che non hanno mancato di far sentire il proprio affetto per un’iniziativa che giunge al cuore della città e del suo territorio richiamando la satira caustica ma delicata di Beppe Novello, senza però sentirsi limitato in obiettivi o orizzonti, ponendosi appunto in una dimensione “internazionale”, che la multietnicità  dei vincitori, cinese nella prima edizione, ucraino nella seconda, brasiliano nella terza, italiano infine, comprova essere stata raggiunta.
L’iniziativa è di sicuro successo; nelle passate edizioni ha raccolto partecipanti da ogni dove, dall’Argentina a Israele, dalla Cina all’Uzbekistan, dal Montenegro all’India….
L’edizione più partecipata di sempre è stata proprio la sesta, legata al tema “Il censimento – Come cambia la società” sul quale si sono “affrontati” ben 514 disegni per 268 autori  di ogni parte del mondo. Essa è stata anche la prima veramente itinerante, essendo stata esposta con successo sia a Tavazzano  che a San Donato Milanese.

LA SETTIMA EDIZIONE

Da sempre il premio si avvicina ai temi che, nel contesto di riferimento, coinvolgono la vita non solo italiana ma anche internazionale:  così  le olimpiadi, Internet,  l’ambiente o i  mondiali di calcio.
Ecco quindi il soggetto per la settima edizione: l’evento clou che toccherà l’Italia nei prossimi mesi sarà certamente

EXPO 2015

che svilupperà il tema “Nutrire il pianeta – Energia per la vita”: esso darà spazio alla tradizione, alla creatività e all’ innovazione nel settore dell’alimentazione, raccogliendo tematiche già sviluppate dalle precedenti edizioni e riproponendole alla luce dei nuovi scenari globali al centro dei quali c’è il tema del diritto ad una alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta.
Gli autori saranno invitati ad illustrare tramite la propria arte tutti gli aspetti legati al cibo: la qualità, una giusta ridistribuzione delle risorse, il problema della fame e della sete nel mondo, la ricerca e la tecnologia applicata all'alimentazione, stili di vita e riscoperta delle tradizioni culinarie dei Paesi,  oltre a tutti gli altri aspetti legati all'alimentazione che graficamente, tramite una vignetta, possono essere rappresentati.
Il Premio Novello inviterà quindi i vignettisti di ogni dove a cimentarsi sul questa tematica, dando loro un soggetto su cui lavorare formulato in maniera tale da avere caratteristiche di universalità.
L’obiettivo, oltre a quello di rimanere costantemente sulla breccia con le tematiche più sentite, è anche quello di potersi inserire, con le modalità che verranno individuate,  nelle attività dell’Expo stesso, dando così al Premio un’incredibile vetrina internazionale (ad oggi, già 126 paesi hanno dato la loro adesione).
Come già accaduto per la  sesta, anche la settima edizione potrà essere esportata per l’esposizione in altre sedi (ad esempio, Tavazzano, San Donato Milanese, Lodi).
Attorno al momento centrale del premio, vale a dire la mostra delle opere in concorso, prevista tra il 4 ed il 26 ottobre 2014, saranno poi creati tutta una seri di eventi che trasformeranno Codogno nella “Città dell’umorismo”: si potranno coinvolgere Slow Food, li Touring Club, autori, scrittori, gli alpini, non ultime le scuole con le quali i lavori verranno intavolati già da inizio del prossimo anno scolastico.

Login     © Consorzio MCS - PMP     C.F./P.IVA: 02031600154     Condizioni d'Uso     Dichiarazione per la Privacy